3° REGGIMENTO BERSAGLIERI IN VISITA ALLA

FANFARA A. SCATTINI DI BERGAMO

 

Lo scorso 19 marzo la Fanfara Scattini ha avuto l’onore di ricevere una graditissima visita da parte di da due rappresentanti del 3° RGT.Bersaglieri, da tempo dislocato al CAUC di Capo Teulada, nella persona del LGT Sabeddu Massimiliano, Sott.Ufficiale di Corpo 3°RGT. Bers. e del CMC Pia Massimo, Capo Fanfara della ricostituita Fanfara GOITO. E’ importante dare il giusto significato a tale visita ed in questo ci aiuta la storia: il Maresciallo Maggiore Bersagliere Leandro Bertuzzo è stato un superlativo Capo Fanfara della Goito. Nel suo percorso di militare e nella sua carriera di Capo Fanfara ha saputo sapientemente formare centinaia di fanfaroni, comporre, arrangiare e divulgare la meravigliosa musica che è parte fondamentale della storia e della tradizione del corpo dei bersaglieri. Ma il maestro Bertuzzo non si sentiva appagato da quanto aveva creato, il suo sguardo era rivolto al futuro e, giustamente, non voleva che, dopo di lui, tutto andasse perduto e così, con vari contatti e sondaggi, aveva messo gli occhi su un musicante, il Bers. Del Prato Virginio a cui ha lasciato in eredità tutta la sua vita di Capo Fanfara ed il suo immenso patrimonio storico e musicale. Oggi possiamo affermare che le sue speranze non sono state deluse: Virginio, con determinazione e con la caparbietà tipica dei Bersaglieri, ha saputo dare un seguito al credo del maestro Leandro. Ricevuto questo materiale dal valore inestimabile che, di fatto, racconta la storia non solo delle Fanfare ma dell’intero corpo dei Bersaglieri, non si è fatto padrone riservato ed esclusivo di questo grande tesoro ma, in tante occasioni, lo ha messo a disposizione delle Fanfare e dei Bersaglieri tutti rispondendo con generosità alle richieste di quanti ambivano ad accedere a spartiti e quant’altro. Ed eccoci arrivati alla visita di oggi. A Capo Teulada si è ricostituita, nell’ambito del 3° RGT Bersaglieri, la Fanfara GOITO e così il Capo Fanfara PIA, in procinto di intraprendere il suo non facile percorso , si è rivolto alla Scattini ed al suo direttore per avere documentazione e spartiti su cui lavorare e poter ricostituire quella Fanfara che ha scritto pagine indimenticabili della storia dei fanti piumati. Con gioia ed orgoglio il Bersagliere Del Prato ha consegnato ai Bersaglieri del 3° Reggimento spartiti, pubblicazioni ed incisioni, tutto materiale facente parte dell’immenso patrimonio ricevuto in eredità dal maresciallo Bertuzzo. E’ di enorme rilevanza che una Fanfara militare si sia rivolta alla Scattini per poter disporre di notizie e documenti basilari per la sua costituzione. E’ l’ennesima conferma di come, da parecchi anni, la Fanfara Scattini, sapientemente diretta e guidata dal suo Capo Fanfara, sia un riferimento fondamentale per tutte le Fanfare italiane a cui, a più riprese, ha fornito spunti e spartiti musicali essendo da esempio con il suo stile unico ed impeccabile che la porta ad essere scambiata, durante i servizi e le esibizioni in Italia e nel mondo, per un gruppo militare. In conclusione la visita è stata più che socievole e si conclusa con uno scambio di doni: il 3° ha voluto dare, insieme al GREST del Reggimento, un attestato di Benemerenza alla Fanfara Scattini ed uno al Capo Fanfara Bersagliere Virginio Del Prato quale riconoscimento per la sensibilità e la disponibilità dimostrate. Dopo le foto di rito, fra un caffè ed un brindisi, vari approcci hanno favorito la ricerca da ambo le parti di punti d’incontro sul passato da Bersaglieri. Ci siamo lasciati con vari propositi fra i quali, in futuro, un possibile ritrovarci a Capo Teulada per rivivere, nell’ambito del 3° Reggimento, quei momenti indimenticabili che, il servizio militare ed il corpo dei Bersaglieri, hanno lasciato una traccia indelebile in chi ha vissuto questa esperienza. E’doveroso ringraziare anche coloro che, con passione e sacrificio, lavorano per tenere vivi ed attuali quei valori a cui i fanti piumati sono da sempre legati portando, con la loro musica, lo spirito bersaglieresco nelle nostre vie e nelle nostre piazze dove, grazie a loro, risuonano quei brani che hanno fatto e faranno correre migliaia di ragazzi e non.

Labaro Fanfara della
3^ Brigata Goito

La Fanfara dei Bersaglieri Generale Arturo Scattini di Bergamo, fin dalla sua fondazione, ha voluto dare una propria impronta nel campo associativo fino a diventare punto di riferimento ed esempio per gli altri gruppi musicali piumati italiani.

Grazie a questo impegno e al suo voler tenere alto lo spirito bersaglieresco la Fanfara Scattini Scattini si è meritata la stima e l’ammirazione del Capo Fanfara del terzo reggimento Bersaglieri, il Maestro Leandro Bertuzzo che ha più volte elogiato questo gruppo nel quale vedeva rivivere quei sentimenti e quei a lui tanto cari.

Questa stima si è concretizzata nella donazione fatta dal Maestro Leandro Bertuzzo che ha voluto lasciare tutto il suo ricchissimo patrimonio musicale alla Fanfara Scattini, unico gruppo, secondo lui, in grado di portare il lavoro da lui iniziato ed al quale ha dedicato una vita intera.

E’ per questo che la Scattini è orgogliosa di poter esporre nella propria sede il labaro della gloriosa Fanfara della Terza Brigata Goito che il suo direttore Maggiore Bersagliere Leandro Bertuzzo gli ha affidato sicuro di lasciarlo in buone mani.  

Benemerenza alla
FANFARA SCATTINI

Il 27 febbraio 2015, la presidenza Nazionale dell'Associazione Nazionale Bersaglieri ha conferito l’ATTESTATO di BENEMERENZA alla Fanfara Generale Arturo Scattini di Bergamo con la seguente motivazione:

“Per il costante, intenso e generoso impegno, unito ad una elevatissima professionalità evidenziata nella lunga e brillante attività di Fanfara associativa, svolta in Italia ed all’estero riscuotendo sempre plauso ed incondizionati apprezzamenti, contribuendo, così, a mantenere alta l’immagine dell’Associazione Nazionale Bersaglieri.”

La Scattini è orgogliosa di essere stata la prima Fanfara italiana a ricevere questo importante e prestigioso riconoscimento.

 

Parco pubblico
FANFARA BERSAGLIERI
GENERALE ARTURO SCATTINI

In occasione del ventennale di Fondazione della Fanfara, quale riconoscimento all’impegno ed ai grandi successi di questo gruppo capace di dare lustro alla città di Bergamo nei numerosi appuntamenti nazionali ed internazionali che lo hanno visto protagonista nel corso degli anni, l’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Franco Tentorio ha deciso di intitolare un parco pubblico alla Fanfara Generale Arturo Scattini di Bergamo.

La Fanfara di Bergamo è orgogliosa di essere stata la prima e, forse ancora oggi, unica Fanfara a ricevere un tale prestigioso ed importante riconoscimento.

150° UNITA' D'ITALIA

Teatro Giuseppe Verdi – Milano 09 maggio 2011

 

Festa per il 150° dell'Unità d'Italia

e per il 150° di costituzione

dell'Esercito Italiano

 

In occasione dei 150 anni dell'unità nazionale e nel corso delle celebrazioni per i 150 anni di costituzione dell'Esercito Italiano, alla presenza del Comandante Militare Esercito della Lombardia, Generale di Brigata Camillo di Milato, gli ultimi due comandanti del 3° reggimento Bersaglieri, Bersagliere Colonnello Angelo Giacomino e Bersagliere Colonnello Giovanni Campopiano hanno donato alla Fanfara Scattini il Crest del Comando Esercito della Lombardia.

L'Associazione Nazionale Bersaglieri era rappresentata dal Presidente Nazionale Bersagliere Generale Benito Pochesci e dal Consigliere Nazionale Bersagliere Tenente Italo Pilenga. Sono intervenuti anche il Presidente Provinciale ANB ed il Presidente della Sezione Generale Arturo Scattini di Bergamo. 

RICONOSCIMENTI

BENEMERENZA CITTA' DI BERGAMO

Il 18 Dicembre 2010 presso il Teatro Donizetti di Bergamo è stata consegnata la Benemerenza città di Bergamo alla Fanfara dei Bersaglieri " Arturo Scattini " di Bergamo.
Il prestigioso riconoscimento viene consegnato dal sindaco di Bergamo Franco Tentorio al Capo Fanfara Bers.Virginio Del Prato e al presidente della Sezione A.N.B. di Bergamo alla presenza del presidente provinciale.
Nella nota di attestato emessa dalla giunta comunale e firmata dal Sindaco si legge:
" Mi pregio di comunicare che la Giunta comunale di Bergamo in seduta del 1° dicembre 2010 ha deciso di assegnare all'Associazione Nazionale Bersaglieri " A. Scattini " una Benemerenza, quale segno di Riconoscenza Civica per avere contribuito al prestigio della Città"




 

La Fanfara dei Bersaglieri "Arturo Scattini" vincitrice della VI° edizione del Festival Internazionale delle Bande Musicali. 

Giulianova, 22 aprile 2005

 

La Festa della Madonna dello Splendore è la Festa Patronale di Giulianova, nelle Marche. Nata secoli fa per celebrare l'apparizione della Vergine ad un vecchio contadino il 22 aprile 1557, questa manifestazione è divenuta un appuntamento tradizionale con un programma ricco di varie manifestazioni tra cui spicca la VI^ edizione del Festival Internazionale delle Bande Musicali. Il patron della manifestazione, Mario Orsini , tracciando un bilancio dll'iniziativa, l'ha definita “esaltante” per il carattere internazionaele e per l'eccezzionale livello dei gruppi presenti. 

Le sue parole:” Non vorrei auto elogiarmi ma durante e dopo la festa sono stato avvicinato da più persone da cui ho ricevuto attestazioni di merito per questa iniziativa che, giunta al sesto anno, contiunua a crescere, vivendo un bellissimo momento. Vorrei ricordare – continua il presidente – i vincitori di questa VI^ edizione: ha vinto, aggiudicandosi il primo premio, la Fanfara dei Bersaglieri Generale Arturo Scattini di Bergamo che ha rapito tutti i presenti con le sue esibizioni al passo di corsa e la splendida esecuzione di brani del reportorio classico tra i quali  l'Aida di Giuseppe Verdi ed il Silenzio.” 

SANREMO

29 Gennaio 2000

 

Sanremo in fiore è la manifestazione musicale che di fatto apre la stagione della cittadina della riviera ligure. Si tratta di un Festival internazionale delle Bande Musicali e nell'anno 2000 gli organizzatori hanno fortemente voluto la presenza della Fanfara dei Bersaglieri Generale Arturo Scattini di Bergamo, un gruppo che, dalla sua costituzione, ha saputo imporsi come una delle realtà più rappresentative della musica Bersaglieresca.

I ragazzi del Capo Fanfara Virginio del Prato hanno saputo farsi onore al cospetto dei più importanti gruppi europei di livello professionistico ed il loro impegno è stato apprezzato dal pubblico e dalla giuria che ha loro assegnato il premio per il 3° classificato.

VERCELLI

Roma, 22 giugno 2006
Bers. Gen. C.A. Benito Pochesci 

Il 54° Raduno Nazionale di Vercelli 

ha avuto pieno successo.

La Fanfara "A.Scattini" di Bergamo, magistralmente e autorevolmente diretta dal bers. Virginio Del Prato ha contribuito in maniera determinante al conseguimento di tale successo.
Formazione musicale completa, elegante, solida, tra le migliori Fanfare ANB e militari degli ultimi decenni, la Fanfara di Bergamo ha animato, vivacizzato, deliziato i Bersaglieri e la popolazione di Vercelli con esibizioni di alto livello per la versatilità tecnica e sonora del complesso e dei suoi solisti, per la bravura e la prestanza del suo Capofanfara.
Mi riferisco, in modo particolare, al concerto notturno in Piazza Cavour, mi riferisco alla splendida esibizione effettuata allo stadio.
Al Capofanfara DEL PRATO, ai componenti della Fanfara un sentito convinto grazie da parte dei Bersaglieri Italiani che si uniscono a me nell'esprimere fierezza e orgoglio di annoverare nei ranghi dell'ANB questo davvero prestigioso complesso musicale. 

Copyright Fanfara Bersaglieri Scattini - Bergamo

Facebook